Home » Senza categoria » I progetti europei del IV, V e VI programma quadro

 

I progetti europei del IV, V e VI programma quadro

 
Stefanelli

Prof. Mario Stefanelli

L’Unità per l’Innovazione Tecnologica – UPIT nasce nel 1996 dalla volontà del Prof. Mario Stefanelli, già fautore della costituzione di CBIM e, quindi, membro del Comitato Tecnico Scientifico dalla sua fondazione, con la finalità, per il tramite di un gruppo di giovani PhD e ricercatori, di favorire la traduzione di metodologie di ricerca in servizi innovativi di ICT.

A UPIT hanno fatto capo tutti i progetti sviluppati nell’ambito di call europee a partire dal progetto T-IDDM: Telematic management of Insulin-Dependent Diabetes Mellitus (1996), svolto incollaborazione con la Clinica Pediatrica dell’IRCCS Fondazione Policlinico San Matteo.

Hanno quindi fatto seguito i progetti HC-REMA: HealthCare REsource MAnagement (1996), PATMAN: patient workflow management systems (1997), BAKE: BAesian Knowledge Extractor (1998), M2DM: Multi-access services for telematic Management of Diabetes Mellitus (1999) .

A tale ricca partecipazione in ambito FP IV sono seguiti i progetti HOMEY: Home Monitoring Trough Intelligent Dialog System (FP5, 2002) e MY HEART coordinato da Philips e finalizzato alla progettazione di “abiti funzionali” con sensori tessili integrati per il monitoraggio dei segni vitali nell’ambito di malattie cardiovascolari (V – VI FP 2003, 2007).